Tag

, , , , , , , , , , ,


icoperArticolato in tre ampi saggi impegnati insieme in un lavoro di ricostruzione storiografica e di puntualizzazione teorica, questo libro fornisce al lettore, evidenziandone le molteplici implicazioni, il quadro complessivo della parabola intellettuale di uno dei più ricchi, stimolanti e contraddittori pensatori del nostro tempo. György Lukács si pone nel discorso di Perlini come una sorta di microcosmo riflettente in sé il macrocosmo della cultura di sinistra degli ultimi cinquantanni, impegnata a fondo nella problematica che trova il proprio fulcro nei problemi della dialettica e dell’alienazione. Il tema che nel corso dell’indagine viene assumendo via via un ruolo di centralità è quello concernente la critica della razionalità formale. Perlini dimostra come nella tarda produzione lukacsiana si assista, per quanto riguarda il rapporto razionale-irrazionale, ad un vero e proprio rovesciamento delle posizioni teoriche che hanno trovato modo di esprimersi nelle opere giovanili, nelle quali (soprattutto in Storia e coscienza di classe) è tuttora da ravvisare il contributo più valido di Lukács al pensiero del nostro tempo.

Annunci