Tag

, ,


Nel ridutscheicocostruire in termini critico-materialistici il modo di intendere la rivoluzione proprio di Lenin e del primo Lukács, Dutschke parte dalla tesi che i tratti fondamentali della concezione leniniana della società e del partito possono essere definiti coerentemente solo se si applica anche alla Russia la concezione asiatica di Marx ed Engels, ossia se la Russia non viene intesa come una formazione sociale europeo-occidentale. Solo a condizione di riflettere sulla particolare differenza fra la via asiatica e quella europeo-occidentale alla rivoluzione socialista, sulla base dell’esempio russo, è infatti possibile rendersi conto di certi ritardi o di certe tragiche incongruenze o regressioni proprie dei paesi a «socialismo reale», così come – al di fuori di facili propagande – dei drammatici conflitti, anche militari, fra paesi comunisti.

Annunci